Rifugio Levi Molinari | Nei dintorni di…
248
page-template-default,page,page-id-248,page-child,parent-pageid-252,edgt-core-1.0,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,vigor-ver-1.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_with_content,width_370,wpb-js-composer js-comp-ver-4.4.2,vc_responsive
Un soggiorno al Rifugio LEVI – MOLINARI può essere l’occasione di approfondire la conoscenza del paesaggio, inteso non solo come ambiente naturale, ma anche come testimonianza di una cultura secolare, rappresentata non solo dalle emergenze architettoniche più evidenti, parrocchiali, cappelle, forti, ma anche dalle grandi borgate poste al di sopra del fondo valle, lontane dai passaggi degli eserciti, dai pericoli delle alluvioni di una Dora spesso incontrollabile. Un nascosto patrimonio di legno e pietre , di nomi di vie e sentieri che ci ricordano più libri cavallereschi che non la realtà di un turismo mordi e fuggi dei grandi comprensori turistici dell’alta valle.
Ancora una volta è necessario prendersi il tempo necessario per soffermarsi ad osservare e scoprire le immagini improvvise di architravi scolpite, antiche finestre illuminate da improvvisi raggi di sole che animano tante cartoline che scegliamo di spedire ad amici e parenti e che dandoci il tempo necessario emergono da una realtà quasi virtuale per dIventare una vera esperienza individuale.
Qualche suggerrimento ……
….. sulle strade di accesso al Rifugio il borgo di Eclause vale una sosta con la sua chiesa dallo stile gotico romanico così caratteristico di tutta l’alta valle di Susa, le case, le fontane, …..
… il paese di S. Colombano completamente distrutto dai francesi e ricostruito con le pietre recuperate dai muri crollati;  anche qui predomina la struttura della grande “meizoun occitana”, si racconta che la popolazione arrivava a più di 500 abitanti….
Altre piccole perle di storia di uomini ….
Il Comune di Exilles con il borgo medievale e il Forte.
Il Comune di Salbertrand con le sue fontane in pietra e, sempre nel suo territorio, il Parco del Gran Bosco di Salbertrand con l’Ecomuseo di Colombano Romean
Il Comune di Chiomonte con il Museo Archeologico, uno dei villaggi preistorici dell’età neolitica più grandi del nord Italia.
Questi sono solo i Comuni più vicini e meno noti, a pochi chilometri dal Rifugio si sviluppa il comprensorio turistico dell’Alta Val di Susa che ha ospitato le Olimpiadi invernali nel 2006 e che offre molte attrattive anche nel periodo estivo.