Rifugio Levi Molinari | Lago delle Monache
85
post-template-default,single,single-post,postid-85,single-format-standard,edgt-core-1.0,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,vigor-ver-1.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_with_content,width_370,wpb-js-composer js-comp-ver-4.4.2,vc_responsive

Lago delle Monache

Lago delle Monache
Altezza: m. 2561
Dislivello dal Rifugio: m. 711
Difficoltà: E
Tempo necessario: 2,30 ore
Periodo consigliato: giugno/ottobre
altre escursioni

Una gita classica del nostro vallone. E’ preferibile effettuare questa escursione ad inizio stagione perchè già a luglio il lago è pressoché asciutto. Una leggenda locale racconta che in realtà il Lago delle Monache all’inizio era posto nei pressi del Rifugio nelle vicinanze del Laghetto degli Uccelli. Il Lago era una meta delle gite per le Monache che vivevano nella borgata di Fenils ma anche meta dei militari che occupavano il Rifugio. Una notte, un angelo del Signore proprio per evitare la promiscuità che questi incontri andavano creando, decise di spostare il Lago delle Monache nella posizione attuale.
Il sentiero ben segnalato (la prima parte ha la segnaletica del sentiero-balcone) parte proprio dietro al Rifugio, attraversando dapprima un boschetto di larici e proseguendo sulla sinistra con una serie di tornanti al margine di una bastionata rocciosa al termine dei quali è visibile la “Croce del Finanziere” (chiamata così in ricordo di una Guardia alla Frontiera lì morta) Proseguendo per il sentiero la cui pendenza si addolcisce si attraversano magri pascoli e pietraie si arriva al Clot delle Selle e a questo punto bisogna – seguendo l’indicazione – proseguire a destra. Da qui si procede in una specie di vallone, si supera una sella e si arriva al Lago delle Monache, già individuabile dal basso per la presenza dei resti di una teleferica .
Discesa: lungo l’itinerario della salita.

No Comments

Post a Comment