Rifugio Levi Molinari | Sentiero quota 2000 – novità 2013!!
1290
post-template-default,single,single-post,postid-1290,single-format-standard,edgt-core-1.0,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,vigor-ver-1.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_with_content,width_370,wpb-js-composer js-comp-ver-4.4.2,vc_responsive

Sentiero quota 2000 – novità 2013!!

SENTIERO QUOTA 2000

Giro ad anello con partenza dal Rifugio Levi-Molinari

Dislivello dal Rifugio: circa m 1.200
Difficoltà: EE
Tempo necessario: 6/6.30 ore
Periodo consigliato: giugno/ottobre

Nel corso della stagione estiva 2012 nell’ambito del progetto P.I.T. Alcotra Le Alte Valli – “La montagna fa sistema” – Progetto Beni Faro, la Comunità Montana Val Susa e Val Sangone ha incaricato il Consorzio Forestale Alta Valle Susa a ripristinare un antico itinerario militare di collegamento tra gli ottocenteschi ricoveri dei Laghi delle Monache – Colle del Galambra e le strutture del Clopaca.

Sicuramente è uno degli itinerari ad anello più belli dell’Alta Val di Susa. Il suo fascino nasce dal passare in un territorio totalmente integro e pochissimo frequentato.

L’ambiente è estremamente selvaggio e favorisce possibili avvistamenti di fauna selvatica.

Questi stessi pregi costituiscono un po’ il limite dell’escursione: il percorso è perfettamente segnalato e messo in sicurezza con una corda fissa nel suo tratto più esposto e quindi l’impegno richiesto è per escursionisti esperti e anche a loro viene suggerita l’attenzione a non lasciare tracce del proprio passaggio e a non arrecare disturbo agli animali che per anni sono stati gli incontrastati frequentatori del luogo.

Lasciato il Rifugio si segue l’itinerario per il lago delle Monache (vedere la descrizione nella pagina). Da qui si sale ancora per il sentiero che porta al Bivacco Sigot e al Passo del Fourneaux fino a deviare a destra seguendo le indicazioni e passando sotto le pareti incombenti del Grande e Piccolo Beuri. Il percorso prosegue con vari sali e scendi fino ad incrociare il sentiero che porta al Colle d’Ambin a quota 2.500 m circa dove è possibile scendere al rifugio oppure proseguire rimontando fino al Passo Clopaca. Da qui si raggiunge infine la conca del Galambra e Grange della Valle.

No Comments

Post a Comment