Escursioni |
-1
archive,category,category-escursioni,category-13,edgt-core-1.3.2,ajax_fade,page_not_loaded,,vigor child-child-ver-1.0.1,vigor-ver-3.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.2,vc_responsive

Escursioni

Sentiero quota 2000 – novità 2013!!

SENTIERO QUOTA 2000 Giro ad anello con partenza dal Rifugio Levi-Molinari Dislivello dal Rifugio: circa m 1.200 Difficoltà: EE Tempo necessario: 6/6.30 ore Periodo consigliato: giugno/ottobre Nel corso della stagione estiva 2012 nell’ambito del progetto P.I.T. Alcotra Le Alte Valli – “La montagna fa sistema” – Progetto Beni Faro, la Comunità Montana Val Susa e Val Sangone ha incaricato il Consorzio Forestale Alta Valle Susa a ripristinare un antico itinerario militare di collegamento tra gli ottocenteschi ricoveri dei Laghi delle Monache – Colle del Galambra e le strutture del Clopaca. Sicuramente è uno degli itinerari ad anello...

Il Pertus e i Denti di Chiomonte

Il Pertus e i Denti di Chiomonte Altezza: m. 1977 Dislivello dal Rifugio: m. 120 Difficoltà: E Tempo necessario: 2 ore Periodo consigliato: maggio ottobre altre escursioni Forse uno dei più bei tratti del Sentiero Balcone della nostra conca. Presenta un minimo dislivello anche se la passeggiata può essere impegnativa per la sua lunghezza (2 – 2.30 andata). Ottima per una gita di tutta la giornata. Affascinante la “storia-leggenda” del traforo di Colombano Romean interessantissima testimonianza di archeologia industriale con un immane opera di ingegneria idraulica. Scorci panoramici molto belli e verso maggio-giugno possibilità di vedere a...

Passo Clopaca

Passo Clopaca Altezza: m. 2750 Dislivello dal Rifugio: 900 Difficoltà: E Tempo necessario: 2- 2,30 ore Periodo consigliato: maggio ottobre altre escursioni Leggera depressione sulla cresta spartiacque tra la Val Clarea e il Vallone del Galambra. Offre degli interessanti scorci panoramici. Rappresenta una delle vie di salita al monte Niblè ed è un punto di passaggio per raggiungere il Rifugio Vaccarone. Dal posteggio del Rifugio si ritorna per circa m. 200 in direzione Grange della Valle e da qui seguendo l'indicazione per il Rifugio Vaccarone inizia sulla sinistra una mulattiera. A breve si raggiunge una alpeggio e...

Massiccio Ambin-Niblè dal Piccolo Moncenisio

Monte Ambin

Monte Ambin Altezza: m. 3264 Dislivello dal Rifugio: m. 1414 Difficoltà: EE Tempo necessario: 3,30 ore Periodo consigliato: giugno ottobre altre escursioni Vetta poco pronunciata dello spartiacque principale tra la punta Sommeiller ed il Colle d'Ambin. Viene salito normalmente insieme alla Punta Sommeiller. La sua parete nord è una delle poche salite di ghiaccio delle Alpi Cozie Settentrionali. Dal Col d’Ambin si risale l’evidente cresta detritica che unisce il colle col la punta del Sommellier senza un itinerario ben definito, evitando i salti di roccia. Per effettuare l’ascensione della parete nord dal colle, o dal bivacco, si...

Monte Niblè

Niblè / Ferrand Altezza: m. 3.365 / 3345 Dislivello dal Rifugio:m. 1785 Difficoltà: F+ Tempo necessario: 5 ore Periodo consigliato: Attrezzatura consigliata: piccozza e ramponi altre escursioni Sicuramente una delle più impegnative escursioni della conca. Il ghiacciaio del Niblè sulle carte francesi è chiamato Pointe de Ferrand, mentre la punta Ferrand è chiamata Pointe Niblè e anche le quote sono invertite. Il suo nome (in patois neble) significa nebbia o nuvola. In vetta al Niblè c'è una croce e dalla sua cima la vista in una bella giornata va dalla Vanoise al Rocciamelone, dall'Assietta allo Chaberton, dal lontano...

il Bivacco Blais

Bivacco Blais – Lago d’Ambin

Bivacco Walter Blais / Colle d'Ambin /Lago d'Ambin Altezza: m. 2856-2870-2600 Dislivello dal Rifugio: m. 1020 Difficoltà: E- EE ad inizio stagione Tempo necessario: 2 ore -2,30 fino al lago Periodo consigliato: luglio ottobre altre escursioni Il Colle d'Ambin sebbene non fosse agevole per il passaggio delle truppe in quanto impervio e impraticabile per diversi mesi l'anno, servì da collegamento rapido tra Exilles e Bramans, centri di grande importanza militare. Esso venne utilizzato dai portaordini romani che con rapidità si dovevano collegare con la mutationem della Valle dell'Arc (la valle di Modane). Ma oltre ad un “uso”...

Punta Sommeiller

  Punta Sommeiller Altezza: m. 3333 Dislivello dal Rifugio:m. 1483 Difficoltà: E Tempo necessario: 5 ore Periodo consigliato: luglio ottobre altre escursioni Il nome ricorda Germano Sommeiller, l'ingegnere che diresse e progetto il lavori per il traforo ferroviario del Frejus. E' una delle vette più ambite della Val di Susa, raggiunge i m. 3333 di quota ed è inserita in uno splendido contesto roccioso e glaciale nonostante il ghiacciaio omonimo si sia di molto ridotto. La cima rientra nell'elenco delle punte più ambite della Valle di Susa questo perchè è inserita in un bellissimo contesto roccioso e glaciale...

Colle del Fourneaux visto dal Lago Galambra - Foto Marco Pognant

Cime del Fourneaux

Cime del Fourneaux Altezza:m. 3154 / 3110 / 3059 Dislivello dal Rifugio: m. 1314 Difficoltà: E –EE (ultimo tratto in cresta) Tempo necessario: 4 ore Periodo consigliato:luglio ottobre altre escursioni Il sentiero ben segnalato (la prima parte ha la segnaletica del sentiero-balcone) parte proprio dietro al Rifugio, attraversando dapprima un boschetto di larici e proseguendo sulla sinistra con una serie di tornanti al margine di una bastionata rocciosa al termine dei quali è visibile la “Croce del Finanziere” (chiamata così in ricordo di una Guardia alla Frontiera lì morta). Proseguendo per il sentiero la cui pendenza si...

Cima del Vallonetto

Cima del Vallonetto / Roc Peirous ( o Truc Peyron) Altezza: m. 3222 / 3189 Dislivello dal Rifugio: m. 1372 Difficoltà: E – EE ultimo tratto Tempo necessario: 4-4,30 ore Periodo consigliato: giugno - ottobre altre escursioni Il percorso che porta alla Cima del Vallonetto passando per il Vallone Galambra è sicuramente molto vario e piacevole e permette di raggiungere un punto altamente panoramico. E’ possibile abbinare a questa gita anche la salita del Roc Peirous, vicino e agevole da raggiungere. Il sentiero ben segnalato (la prima parte ha la segnaletica del sentiero-balcone) parte proprio dietro al...

Lago Galambra

Lago Galambra / Passo Galambra / Bivacco Sigot Altezza: m. 3078 / 2972 / 3090 Dislivello dal Rifugio: m. 1240 Difficoltà:E ( inizio stagione probabili nevai nella parte finale) Tempo necessario: 3-3,30 ore Periodo consigliato: giugno-ottobre altre escursioni Il sentiero ben segnalato (la prima parte ha la segnaletica del sentiero-balcone) parte proprio dietro al Rifugio, attraversando dapprima un boschetto di larici e proseguendo sulla sinistra con una serie di tornanti al margine di una bastionata rocciosa al termine dei quali è visibile la “Croce del Finanziere” (chiamata così in ricordo di una Guardia alla Frontiera lì morta)....